UAE Green Brands 2012

green-brands

In the last weeks I’ve been working to this project as a green journalist finding out what the most green brands and companies in United Arab Emirates are. Among others: Dubai Healthcare City, Enpark, Unilever. If you wish to have a look at the book, please download it here for free.

Nelle ultime settimane ho lavorato a questo progetto come giornalista green, raccontando le migliori pratiche e gli impegni ambientali di alcune aziende operanti all’interno degli Emirati Arabi Uniti. Tra le altre: Dubai Healthcare City, Enpark, Unilever. Se volete dare un’occhiata alla pubblicazione, potete scaricarla gratuitamente qui.

[UAE Green Brand]

Advertisements

Contribution to Landscapes Blog for People Food and Nature

Ecoagriculture.org has started gathering info, knowledge, opinions and suggestions from farmers and some of the players involved in agricultural sector interested in sustainability. They started collecting contributions from all over the world and by accident it was me editing the one coming from Barilla Center for Food and Nutrition.

If you are a farmer, don’t miss the full article Ten commandments for a sustainable agriculture in Italy   and feel free to leave your comments and bring your voice to the discussion.

Introducing Dear Fashion Journal

It’s upcoming in Autumn 2012 – it’s the issue number one of a revealing magazine. Inspirational facts and not-recycled outfit proposals. It will feature greatest stories by (un)conscious designers + plus everything could occur to a bunch of former fashionistas. Tempting enough to deserve a mention on your back-from-holidays-looking-for trendy novelties wishlist.

Dear Fashion is a project of newly-graduated Finnish Emmi Ojala – living, thinking and drawing in Amsterdam – in collaboration with The Free Fashion Challenge, a sustainable way to challenge people with not shopping garments for 365 consecutive days.

Good fashion, good for all, good habits, good ideas, they are good – and you?

• Thank you for being here •

[Dear Fashion Journal]

On., ma se il mondo è a una svolta perchè siamo ancora tutti fermi?

 

 

Una domanda diretta, perché il PIL non basta più?

Noi siamo basati come società sulla produzione materiale che ha il PIL come indicatore dittatoriale, ma su questo PIL noi abbiamo anche posto la condizione che debba essere sempre crescente. […]

Quali sono le linee guida per una società “oltre il PIL”?

Possiamo impostare la nuova società basandoci sul concetto di bene comune, cioè di ciò che è sganciato dalla proprietà ma che è comunque di importanza centrale, perché sono le strutture comuni, la sanità, le scuole, la sicurezza, a contribuire al benessere delle persone. L’aiuto non sarà loro negato nei momenti di debolezza, di povertà e malattia. Vorrei fare un esempio in riferimento allo stato del Buthan, di cui parlo anche nel libro. Il Buthan è stato il primo al mondo a dotarsi di un indice che misurasse la Felicità Interna Lorda slegato dalle quantificazioni economiche e finanziarie. […]

Qual è la svolta che tutti attendiamo?

Il problema, o la svolta, come l’abbiamo chiamato, è essere persuasi che la persona è realmente centrale quindi noi dobbiamo sforzarci di mettere la persona in grado di capire che cosa sta succedendo ed entrare nelle decisioni dell’intera società: questo significa inclusione. Le parole chiave sono due a) la centralità e dignità della persona b) la sostenibilità della nostra civiltà. Per la dignità della persona, dobbiamo dare la capacità di includere la persona in tutti i processi decisionali. […]

Leggi l’intervista completa a Vittorio Prodi, pubblicata su .eco

Abbonati alla rivista Educazione Sostenibile

Ti piace .eco? Unisciti al gruppo su Facebook!

 

Interviewing Fred Pearce

Fred Pearce is one of the most influent English environmental journalists. He has published a many books and he is a columnist at The Guardian. I was lucky enough to meet him in Italy and to speak with him about his enviews, experiences and some very hot issues – like droughts, over-population, smart cities, etc.

Unfortunately the interview was published on Italian magazine – which I’m volunteering at – .eco , if you wanna try giving it a reading… please, have fun!

Fred Pearce è uno dei maggiori giornalisti britannici che si occupano di ambiente e dell’indagine delle situazioni economico-sociali direttamente legate ad esso.

Ho avuto la fortuna di incontrarlo personalmente durante il Festival di Internazionale a Ferrara in occasione di un seminario didattico da lui tenuto, dedicato – guarda caso – al giornalismo ambientale.

Questa è l’intervista che  ho confezionato per la rivista  .eco, buona lettura!

[Fred Pearce]

• Thank you for stopping by •